Informazioni +39 011 55 92 811 hydrodata@hydrodata.it

News

MODELLO FISICO DEL NODO DI PRESA GALLERIA SCOLMATRICE DEL TORRENTE BISAGNO IN COMUNE DI GENOVA
Il 5 aprile è stato presentato il modello fisico realizzato da Hydrodata per validare il funzionamento idraulico del nodo di derivazione della galleria scolmatrice delle piene del torrente Bisagno, in fase di progettazione esecutiva. Alla presentazione hanno assistito il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, anche Commissario straordinario per i lavori sul Bisagno, l’assessore regionale alle infrastrutture e alla protezione civile Giacomo Giampedrone, alcuni componenti del Consiglio Superiore dei lavori pubblici che sta esaminando il progetto ed alcuni rappresentanti del Comune di Genova. Il modello è stato realizzato a Santhià (Vercelli), fra i canali della ex Stazione Idrometrica Sperimentale di inizio novecento messa a disposizione dalla Coutenza dei Canali Cavour. La ricostruzione, in scala 1:43, di 250 m di torrente Bisagno, delle opere di sbarramento e di presa in progetto e dei primi 100 m della futura galleria scolmatrice è stata testata per l’evento di piena di progetto duecentennale, anche in presenza di materiale flottante trasportato dalla corrente, confermando la validità delle assunzioni alla base del progetto. Il modello è stato sviluppato nell’ambito della Progettazione Esecutiva dell’intero scolmatore, in capo all’ATI costituita da Rocksoil, Hydrodata, Art ed i professionisti ingg. Mario Cangiano, Francesco De Sanctis, Paolo Gallo e la dott.sa Francesca Giomi.

Guarda il video

AVVIATE LE INDAGINI ALL’INVASO DI TARSIA
Nel mese di ottobre è iniziata l’esecuzione di una serie di indagini in corrispondenza dell’invaso di Tarsia (CS) gestito dal Consorzio di bonifica integrale dei bacini dello Jonio Cosentino con sede a Trebisacce. Le indagini - finalizzate alla successiva predisposizione del progetto di gestione dei sedimenti dell’invaso - riguardano una serie di approfondimenti di tipo idrometrico, sedimentologico, chimico-biologico e legati alla stabilità dei versanti e alla verifica della funzionalità degli organi di scarico esistenti, coinvolgendo l’operatività dello staff del Laboratorio Hydrodata nonché di alcuni qualificati consulenti e collaboratori locali. In coerenza con il calendario stagionale di gestione dell’invaso, una prima fase delle indagini è stata svolta nel mese di ottobre a bacino pieno (misure di taratura idraulica degli organi di scarico, indagini chimico-biologiche sulle acque dell’invaso); nella seconda fase, appena iniziata, si opera a invaso vuoto per eseguire con il migliore dettaglio possibile i rilievi topografici e le indagini geognostiche sui sedimenti. I dati di monitoraggio supporteranno l’esecuzione di simulazioni con modello numerico volte a valutare l’incidenza dell’invaso sul bilancio del trasporto solido del corso d’acqua nonché a verificare l’efficacia di diverse procedure operative di fluitazione dei sedimenti attraverso la diga.
ULTIMATO IL PROGETTO DELLA CASSA DI LAMINAZIONE DEL SEVESO A SENAGO
E’ stato di recente concluso e validato il progetto esecutivo - redatto da Hydrodata e ART - delle vasche di laminazione del fiume Seveso in comune di Senago (MI), predisposto nell’ambito dell’appalto integrato affidato da AIPo alle imprese Artifoni SpA e Milesi Sergio Srl. I lavori, consegnati a fine ottobre alle stesse imprese, prevedono la realizzazione di tre vasche di laminazione, per un volume di invaso complessivo pari a circa 810.000 m³, che permetterà di ridurre le portate al colmo oltre che del Seveso, anche del torrenti Garbogera e Pudiga; l’importo lavori è pari a 23,4 milioni di euro. Lo sviluppo della progettazione esecutiva è stato condotto mediante l’utilizzo  di tecnologia BIM (Building  Information Modelling) divenuta di recente il riferimento nell'ambito dei progetti a finanziamento pubblico: mediante l’adozione di tale tecnologia innovativa è stato possibile ideare, sviluppare e analizzare il progetto in corso d’opera, mediante l’implementazione, con appositi software (in particolare in Autodesk Civil Design® ed Autodesk Revit®), del modello digitale dell’opera complessiva, comprese le strutture in cemento armato, componendola con elementi parametrici interattivi.
 

Le nostre competenze